Forse le aspettative era troppe,ma devo dire che sono uscito dalla multisala veramente deluso da Alice in Wonderland.
Innanzitutto non sapevo che era tratto dal secondo libro dei Carrol,quindi mi aspettavo la prima parte,quella del cartone Disney per intenderci.Poi ero seduto nell'ultima fila del cazzo di multisala,e nonostante uno schermo di venti metri mi sembrava di guardare le formichine.
Poi a me sta minchiata del 3D propio non va giù,ci avevano già provato ventanni fa con lo squalo 3,e direi che poteva bastare,poi mettersi due paia di occhiali uno sopra l'altro è un esperienza che vi consiglio.
I colori poi erano troppo scuri,va bè, lo sappiano che Tim Burton è un dark del cazzo,ma metà film al buio è troppo,sopratutto se ti aspetti un film violentemente psichedelico come Alice nel paese delle meraviglie.
ma la cosa peggiore è il plot,sai già come va a finire dopo cinque minuti,e il finale buonista è stucchevolmente banale.
Eppure le premesse c'erano tutte.Già da un anno girava il trailer,e le movenze del coniglio e i denti dello Stregatto mi avevaano conquistato subito.
Daltronde sarebbe bastato rifare l'operazione della fabbrica di cioccolato,riproporre più o meno fedelmente la storia originale che con il tocco gotico e fiabesco di Burton e l'odierna tecnologia il successo sarebbe stato garantito.
Insomma,Walt Disney batte Tim Burton 2-0.

Annunci

3 Responses to “”


  1. 1 anonimo 15 marzo 2010 alle 07:34

    Mmmmh… avrei qualcosa da ridire…
    1° – Il fatto che tu ti aspettassi che il film fosse tratto dal primo libro della Carrol non pregiudica oggettivamente la qualità del film di Burton;
    2° – Noi l'abbiamo visto dalla terza fila, quindi bello grande;
    3° – Noi l'abbiamo visto in 2D perchè al multisala UGC di Savignano lo davan solo così;
    4° – A me i colori non sono parsi particolarmente scuri, in linea con "La Fabbrica di Cioccolato" e quindi moooolto più squillanti di quelli di "Sweeney Todd";
    5° – Ma è una favola: il "vissero tutti felici e contenti" è compreso nel prezzo! Del resto lui è rimasto fedele alla filosofia delle fiabe, come del resto lo è stato anche con Wonka e gli Oompa Loompa e il finale altrettanto prevedibile. Ma conta veramente il finale in questi film o come viene ri-raccontata la storia?!

    Tutto ciò per dirti che a noi è piaciuto tantissimo!

    Nota di merito per la traduzione geniale. Quando Pinco e Panco rivedono Alice le dicono: "Ciao Alice! Come re-stai?!"

    Lu.

  2. 2 dixenteria 17 aprile 2010 alle 17:45

    ci sono rimasta male anche io, ma nemmeno tanto, se non altro perchè TUTTI ma proprio TUTTI quelli che lo avevano visto me ne avevano parlato male…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,357 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: