Valtari.

Tipico esempio di disco-inculata. Spiego meglio per chi è generazione 2.0.

C’era una volta, un periodo quando si compravano i dischi, e quando usciva quello del tuo gruppo preferito, ti fiondavi al negozio di fiducia, e spendevi i tuoi sudati trentacinquemilalire per acquistare a scatola chiusa quello che pensavi fosse il loro nuovo capolavoro.

A volte era così, ma volte scattava l’effetto-inculata. Mi ricordo ( e dio me ne scampi ) quando ero in fissa coi primi due dischi degli Stone Temple Pilots ( ognuno ha i suoi scheletri nell’armadio ). Ricordo che come scoprii che uscì il terzo disco, fui uno dei primi a comprarlo, e appena arrivato a casa, non potevo credere a che immane cagata avessero fatto. Il tempo ci dirà che in effetti il gruppo meritava propio poco, ma quel disco è stato per tanto tempo lì ad ammonirmi di stare attento a prendere le cose a scatola chiusa.

Tutto questo preambolo per dirvi che per me Valtari è una cagata pazzesca. L’avevo capito subito da come l’aveva descritto una recensione in rete. Un disco senza batteria fatto di tappeti sonori e atmosfere glaciali.

Per fortuna o purtroppo oggi i dischi si scaricano ma rimane sempre la delusione nell’apprendere che uno dei tuoi gruppi preferiti è alla frutta, e che questo 2012 musicale sarà povero di cose belle.

0 Responses to “Valtari.”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 16.576 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: