#17 Mumford & Sons – Babel

89603d42b18e8e1a8d61b581314113174b67f1e9389343463520a36eDisco fotocopia del primo che tanto successo aveva ottenuto. La formula è sempre quella: indie folk fatto con chitarroni acustici suonati veloci, tanto banjo (anche troppo), un pò di piano, e un cantato drammatico. E’ tutto perfetto, pure troppo, manca quel coraggio e quella fantasia che rendono ad esempio gli Arcade Fire un progetto unico. Ed è troppo simile al primo disco, si fa fatica a distinguere da quale provengono le canzoni. Abbastanza assurdo poi mettere in un disco di 15 pezzi una cover inutile di un pezzo famosissimo di Simon & Garfunkel. Paura di non essere abbastanza commerciali?

Annunci

1 Response to “#17 Mumford & Sons – Babel”


  1. 1 Stevecousins 8 dicembre 2012 alle 22:07

    Concordo appieno. La ripetitività è il tombino in cui cadono molti dei “Secondi album” (vedi alla voce Vasco Brondi).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,355 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: