Tempo di classifiche.

Schermata 2016-06-29 alle 21.30.07

Lo so che fa brutto, ma Venerdì siamo già a metà di questo disgraziato 2016. Un anno pieno di morti celebri, di poche gioie ma anche di tanti buoni propositi. E Siccome a noi ci piacciono le tradizioni, come sempre ecco a voi la classifica dei migliori dischi usciti in questi primi sei mesi.

1)ANOHNI – Hopelessness

Antony ha cambiato tutto: sesso, nome, band, genere. Ma finalmente è tornata l’ispirazione. Un disco completamente elettronico dove svettano almeno 4 pezzi ai livelli dei primi dischi.

2)Car Seat Headrest – Teens of Denial

Per adesso gruppo rivelazione dell’anno. Un garage rock un po sbilenco, echi di Pavement, di Pixies, di Yuck in un disco fresco, fatto di pezzi a volte anche lunghissimi, ma che non stanca mai.

3)Jesu/Sun Kil Moon – Jesu/Sun Kil Moon

Il disco più strano fino a adesso. Il nostro eroe Mark Kozelek nella sua iper-produttività sforna questo lavoro insieme a Jesu (ex Godflesh) e ti spiazza con i primi pezzi fatti di riffoni metal-slowcore ed altri di spoken world sopra tappeti ambient.

4)David Bowie – Blackstar

L’ho ammetto: non sono mai stato un suo fan, e la sua morte all’inizio dell’anno mi sta facendo riscoprire alcuni suoi vecchi lavori, e anche questo suo testamento musicale dove Mark Giuliana svetta alla batteria e Donny McCaslin al sax.

5)Moderat – III

Quello che tocca Apparat diventa oro, sia quando fa dischi da solo, sia quando il progetto è insieme a Modeselektor.

6)Band of Horses – Why are you ok

Si sono un persi, tra mille progetti paralleli, e dischi pochi ispirati, ma questo ha dei bei raggi di sole, un po come nella copertina estiva.

7)M.Ward – More Rain

Fa sempre il suo sporco mestiere di menestrello folk moderno, l’unica colpa è quella di fare sempre lo stesso film.

8)Ben Harper & The Innocent Criminals – Call It What It Is

Finalmente il vecchio Ben torna alla band originale e il risultato si sente subito. L’unico pezzo brutto è il singolo.

9)Eleanor Friedberger – New View

Dopo la separazione dai Fiery Furnaces, ormai è lanciatissima verso la carriera solista. Meglio del secondo disco ma peggio del primo.

10)Damien Jurado – Vision of us on the Land

Il nostro omone from Settle è sempre una garanzia, anche quando fa un disco come questo dove il focus si è perso per i boschi .

11)Hammock – Everything and Nothing

Nonostante facciano lo stesso disco dal 2005 io ne sono completamente ipnotizzato. Musicaperguidaredinottementrepiove.

12)M83 – Junk

La maledizione di fare un disco dopo un doppio meraviglioso è difficile da combattere. I francesi provano a cambiare mira ma gli anni 80 non sono così convincenti.

13)Minor Victories – Minor Victories

Di solito i supergruppi non funzionano mai.Slowdive, Mogwai, Editors, Sun Kil Moon, Twilight Sad. Di carne al fuoco ce n’è tanta, ma non sempre si cuoce bene. Forse è proprio la voce di Rachel Goswell a guastare la pietanza.

14)Peter, Bjorn and John – Breakin’ Point

Questi svedesi ci sanno fare, ogni due anni riescono a sfornare un dischetto pop innocuo ma che ti si attacca alle orecchie. Anche senza fischio.

15)James Blake – The Colour in Anything

Che dire, il disco è bello. Però è troppo lungo, troppo difficile, ci vorranno almeno cinque anni per digerirlo e capirlo fino in fondo. Ovviamente il momento migliore è quando c’è Bon Iver.

No, non ci sono i Radiohead, visto che a me “A Moon Shaped Pool” fa cagare.

Annunci

0 Responses to “Tempo di classifiche.”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 15.694 hits
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: