Posts Tagged 'red bull'

Caro amico wc ti abbraccio forte.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA
Ed ecco che mentre un personaggio come Raimondo Vianello a cui tutti vogliamo bene come se fosse un nostro parente muore, noi siamo qui a celebrare la nascita di uno stronzo qualunque. Che poi sarei io.
Ora quanti sono non sono cazzi vostri, l’importante è che nella mia testa ne ho sempre 25. Come l’anno scorso ho fatto la vippata di prendermi un day off, e come 365 giorni fà sono andato a far danni in quel di Bologna, forse per l’ultimo appuntamento della stagione.
Poi il resto ve lo potete immaginare, viaggio in treno e un film a testa, le red bull della macchinetta automatica della stazione a €2, le solite sbronze moleste, LaQ che fa le foto e io che faccio l’assistente, Due pazze che fanno le foto dei piedi e io che faccio l’assistente, il solito delirio generale e io che faccio l’assistente, i buttafuori che ci sbattono fuori come ultimi clienti sulla faccia della terra, la pessima idea di manolo di fare un after a casa sua fino alle 11 del giorno dopo, appartamento devastato, un tipo(quello della foto) che nessuno conosce ma che troviamo sulla tromba delle scale svenuto nel suo vomito, il mcflurry del McDonald, al ritorno facebook pieno di notifiche di auguri di amici, ex, possibili, gente che non mi saluta per strada, gente che non so chi sia.
Auguri a me stesso.

Broken promises.

Image Hosted by ImageShack.us
Avevo promesso di non tornare a Bologna per i prossimi cinque anni, e invece ci sono tornato alla prima occasione buona; avevo promesso di non fare il mostro, e mi sono ridotto a uno zombie ambulante; avevo promesso di non scrivere sul blog delle mie sbronze, ed eccomi qui a farlo; avevo promesso di stare alla larga da quella persona che per ogni soddisfazione che ti da, segue sempre una delusione più grande, e ci sono cascato come al solito; avevo promesso di non fumare più per non arricchire la fiorente mafia italiana, e ho fumato ininterrotamente per due giorni di fila; avevo promesso uno stile di vita sobrio e salutare, invece ho saltato un sonno e tre o quattro pasti. Potrei continuare ancora ma non lo farò, anche perchè non sono pentito di  nessuna delle cazzate fatte nelle scorse 48 ore, e non rimpiango nulla, nemmeno quando sono fuggito dall’Atlantide alle 4 camminando coi piedi freddi per un ora insieme a Micah che mi diceva che non voleva restare solo, io lo sto anche a sentire, ma non comando io.

Viaggi.

Succede che mentre sei suduto sul regionale che ti riporta a casa, con Johnny Cash nelle cuffie, il cielo plumbeo, i torrenti ingrossati, le stradine che corrono lungono la ferrovia che svoltano senza preavviso, inizi a pensare come quando fai le vasche a stile libero in piscina, nel silenzio dell’acqua che filtra i rumori e le sensazioni, ai soliti pensieri profondi, alle pazzie che hai fatto,alla lunga giornata che ti si prospetterà davanti, alla persona che hai conosciuto, se riuscirà a rimanere fantastisca a anche nei giorni seguenti, la grande sfida, ai momenti di pazzia che sono passati nella lunga notte che non finisce ma si trasforma in giorno senza soluzione di continuità, alla nuova sbornia che farai anche stasera, alla paura che questo povero corpo scoppierà primo o poi, ma alla soddisfazione che lo avrò sfruttato fino in fondo. Senza rimpianti.
Lou Reed-Ecstasy. Reprise records.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 16.411 hits