Posts Tagged 'u2'

Dischidemmerda #1

MI0003794562

U2 – Songs of Innocence

Ed ecco che meritatamente al primo posto si piazzano gli U2, non tanto per il disco (che è parecchio brutto) ma per la mossa commerciale che hanno usato per promuoverlo.

La storia ormai la sapete tutti: in occasione del nuovo sistema operativo OSX di Apple, chiunque avesse un versione di iTunes, si è svegliato al mattino con questo bel cadeu dentro, senza che nessuno lo avesse chiesto.

Questa mossa politica ha provocato grande incazzatatura tra gli utenti apple e non, anche perchè all’inizio non si poteva nemmeno eliminare, ed hanno dovuto inventarsi una app apposta.

Per quanto riguarda il disco, come vi ho già detto, è proprio brutto. Non c’è una canzone forte, i suoni sono brutti come al solito anche se alla produzione non c’è più Daniel Lanois. In verità doveva esserci Danger Mouse ma sembra che il risultato non sia stato gradito ed abbiano cestinato tutto. Pure la copertina non si può guardare, e invece di Larry Muller jr. che abbraccia il figlio, sembra la copertina di un film pornogay.

La cosa più stupida della faccenda è che l’unica canzone bella era il singolo Invisible uscito ad inizio anno, e mai incluso in nessun album.

Non so quanti soldi abbiamo preso dalla casa di Cupertino (tanti) ma credo che pareggeranno con gli accidenti degli utenti che si sono ritrovati in libreria una simile ciofeca.

U tube.

Image Hosted by ImageShack.us

Allora sembrava che questo concerto degli U2 su YouTube fosse l’avvenimento musicale dell’anno, un pò come In Rainbows lo fu l’anno scorso. Nei fatti gli inglesi ti regalavano praticemente un disco, quei testoni degli irlandesi un concerto in diretta.Il fatto è che io sono un pò prevenuto perchè mio fratello maggiore ascoltava gli U2 quando io ero piccolo, e sto gruppo di sfigati non mi è andato giù. Difatti passato il tempo in cui dovevo ascoltarli per forza, li ho lasciati nell’oblio del loro successo planetario, ma a dovuta distanza di sicurezza dalle mie orecchie.
Ora, siccome sono un uomo di mondo, e sopratutto stasera non avevo un cazzo da fare, mi sono visto questo concerto sul tubo, come dicono i giovani d’oggi.
E vabbè, megaproduzione che manco i Pink Floyd dei tempi d’oro, megapalco a trecentosessanta gradi perchè non ci facciamo mancare niente, e uno schermo circolare semovente che scende dall’alto-si smaglia-abbraccia il palco-e tra un pò fa pure la lavatrice.
Fin qui tutto bene, se non fosse per un acustica orrenda, con una ribattuta sul rullante da far impressionare una cattedrale, Bono che non ha la voce manco a pagarlo, che ha delle orrende scarpe con delle vistose zeppe che manco Berlusconi in campagna elettorale, e che fa finta palesemente di suonare delle bellissime semiacustiche Gretsch.
Il batterista porello non ha mai saputo tenere due bacchette in mano per tutta la vita, e vederlo scimmiottare goffamente su uno djembè è francamente imbarazzante.
Per fortuna loro ci sono quintali di tracce in playback che tengono su tutto il baraccone perchè altrimenti sarebbe un pianto.
Quello che rimane è il pensiero di tanta mediocrità che da trent’anni miete vittime in tutto il mondo, altrochè le fanfare veltroniane di bono,qui bisogna chiamare Amnesty International.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 16.202 hits