Archivio per settembre 2005

è fatta:comprati i biglietti per NYC.il 21 si parte…intanto il generale inverno ha già bussato alla mia porta e mi ha dato uno schiaffo.

nel frattempo:The Big Lebowsky OST

Strangers

Non so perchè ho un maldipancia lancinante oggi, saranno le schifezze ke ho mangiato questa settimana o le incazzature? Boh, stasera prove, ieri Intellectuals, domani apertura Velvet con il cantante degli Arab Strap Malcolm Middleton.

Adesso invece Portished-Dummy. La #3 spacca da quando la davano alle slego 10 anni fà.

Mentre l’apprendistato del mac va avanti a piiiiiiccoli passi,sto iniziando a pensare dove fare uno schifo di ferie prima di andare via di testa completamente… e visto ke ormai è freddo dappertutto mi sa che vado x l’ennesiam volta a london che è sempre bella e per dispetto agli arabi del cazzo.
intanto mi deprimo con Sparklehorse-Good morning spider

Devo smetterla di bere RedBull,oltre al fatto che dicono faccia crescere i peli sulla schiena,credo mi porterà all’infarto,vabè ho tirato dritto guardando la motogp nella mi anotte bianca ma ancora adesso non riesco a dormire(il mio pisolino pomeridiano!)e ho il cuore sui 200bpm…
cerco di rilassarmi con una tazza di caffè d’orzo e bob dylan bringing it all back home

primi giorni col mac ed è come tornare alle elementari.
Oggi è arrivato il CD nuovo di Chris Brokaw
Adesso QandnotU-different damage.

Mele.

Beh, questo è il mio primo tutto mio. Ed è un Mac. Quindi devo ricominciare tutto da capo perchè non si capisce una mazza, anzi sono benvenuti i consigli.
Per fortuna c’è Tim Buckley-Greeting from L.A.

Shabbat.

Gli ebrei fanno festa il sabato, i cristiani la domenica, gli arabi il venerdì, io il lunedì perchè son stanco morto.

Flaming Lips-hit to death in the future head.

Oggi ho sentito il cd,prima avevo solo la cassetta originale: incredibile,nel cd c’è una coda di 25 minuti di noise, loop, pan delay che nella cassetta non c’era. diobò.

Sto per diventare un Maccartista.

Pop-Gradara #2

Ok, allora dicevamo, seconda giornata di festival: c’è questa specie di dj flippato, tale okapi che mette musica che neanche Mirko ubriaco oserebbe, però alla fine si rivela una mossa giusta, metterlo come cuscinetto tra un gruppo e l’altro così i cambipalco passano e non se ne accorge nessuno. Il primo vero gruppo(lo sapete che non considero i dj musicisti) sono i RedWorm’sFarm e spaccano tutto come al solito, grande coinvolgimento anche del pubblico.

Poi Port Royal da genova, misto elettronica-suonato,senza batteria. Alcune cose carine, ci devono lavorare ancora su, sopratutto sui suoni e i campioni. Poi i Deep end, forse il gruppo che aspettavo di più, e infatti si conferma come il mio preferito dell’intero festival. Rispetto a quando li avevo visti quattro anni fà in trio, ora hanno aggiunto un componente e cambiato un pò lo stile, meno minimalista, cmq voto più alto a loro. Alla fine i crucconi dei TO ROCOCO ROT. Non li avevo mai sentiti se non di nome. Uno strano trio con batteria suonata con spazzole (hi hat da 12″!)-laptop-basso elettrico/synth. Le canzoni sono delle jam un pò ripetitive che partono da un groove e ci ricamano sopra per dieci minuti. Il risultato è però gradevole, sopratutto se cullati da una cannetta che però non è mai arrivata.

Vabè,è già ora di smontare…

adesso mi ascolto Lou Reed -Berlin

Pop-Gradara #1

Ok, immagino che debba fare il report del Pop-Gradara, anche perchè l’ho vissuto da una posizione privilegiata, ovvero dietro i 32 canali del Soundcraft TWO Series…

Beh, innanzitutto è stata una gran faticaccia anche  perchè le EAW pesano come un cristo…vabbè.

Prima giornata si apre con i Ronin, ennesimo progetto di BrunoDorella, bel concerto, stranamente sopportabili, forse però la collocazione non è propio felice come primo gruppo. Poi Settlefish, finalmente li vedo dal vivo, al soundcheck mi impressionano, sopratutto il batterista, il concerto forse è troppo chiassone per i miei gusti attuali, però hanno un bel tiro. Poi arrivano i Lungfish, gruppo storico (e sfigato) della dischord. Sono vecchi da paura e dei gran frikkettoni. il cantante è fuorissimo, mi cammina sui monitor  e si cappotta più volte e continua a provocare larsen ficcando il microfono nelle spie per il gusto di fare feedback, le canzoni sono solo stesso accordo suonato all’infinito per dieci minuti. Sono dei cialtroni ma è stato figo lo stesso. Poi arrivano i dalek appena scesi dall’aereo che sono due negroni che rappano e fanno paura solo a guardarli: saranno 200kg l’uno. Non è certo il mio genere, però fanno un bell’ effetto: cattivissimi.

domani la seconda giornata,


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 16.791 hits