Archivio per giugno 2011

Semi-classifiche.

Quando ci si diverte il tempo vola. Ultimamente questa è una delle mie frasi fatte preferite, Ma mai come adesso calza a pennello. E’ vero mi diverto ancora come un pischello ma il tempo vola mondo ladro. Sembra ieri che non osavo mettere la testa fuori dal mio amato piumone e adesso giro per casa in mutande e infradito. Fra qualche giorno c’è il solstizio e le giornate inizieranno ad accorciarsi: insomma l’estate è già finita.
Voi pensavate che io mi fossi dimentaticato, invece anche quest’anno vi beccate la classifica di mezzo anno, almeno ho una scusa per riempire questo blog sempre più abbandonato a se stesso.
Però non lo faccio più dettagliato, altrimenti vi tolgo tutta la suspance sul classificone di fine anno.
Innanzi tutto posso dirvi che non c’è un disco che svetta, nonostante anche questo Aprile il buon Bill Callahan ci abbia regalato un altro disco. Però ci sono tanti dischi belli, magari non forti dall’inizio alla fine, e anche tanti nomi nuovi, ovviamente con l’hype direttamente proporzionale alla loro spocchiosità.
Molto probabilmente a fine anno ascolteremo ancora un paio gruppi alla prova del secondo disco,quello più difficile: e sia Bon Iver, sia The Pains Of Being Pure at Heart, sia Fleet Foxes non hanno deluso pur con una scelta produttiva molto coraggiosa anche se a volte un pò discutibile.
Poi ci sono le conferme, anche quelle che non ti aspetti, come i R.e.m., i Mogwai , Iron & Wine e Bill Callahan. Ma del maestro parleremo a parte.
Poi ci sono i nuovi: James Blake, Yuck, Toro Y Moi. Chi con sonorità nuove e superprodotte come il primo, chi come i Yuck( ma anche i TPOBPAH) che rincorrono i suoni degli anni ’90.
Poi ci sono le delusioni: purtroppo tante e da gente che non te l’aspetti: Digitalism,Noah & The Whale, Pete and The Pirates, Friendly Fires, Radiohead, Eddie Vedder e Lamb.
Premio disco-merda agli Strokes, era difficile pensare di fare un disco così brutto: complimerda.

Where is my mind?

ok,l’ho fatta grossa un altra volta. Tanto da ritornare a casa alle otto del mattino completamente fradicio,a piedi nudi,e senza telefono.
Si, l’ho perso ancora una volta,è propio per questo che compro solo telefoni della Nokia da €30, così non me la prendo troppo se li perdo. E puntualmente ogni due/tre anni succede. Questa volta mi sono fatto prestare questo magnifico esemplare di modernariato che vedete in foto,e invece che fare sorrisini ironici coi vostri iPhone del cazzo, perchè non ammettete che questo l’avete avuto pure voi una volta!?!?


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,357 hits