Archivio per aprile 2012

Macrobiotica

Dopo qualcosa come sette o otto anni ho rimesso piede in un ristorante macrobiotico.  Da “giovane” ci andavo spesso, anche perchè mi sono spacciato per studente fino all’età della pensione, usufruendo del relativo sconto. Tipo con €4 uscivi con la panza piena, e quando ero squattrinato tutto faceva brodo. Poi con il tempo sono diventato vegetariano, ho eliminato tutte le merendine e schifezze dalla mia vita, e ho condotto un regime alimentare molto salubre, sbronze del sabato sera escluse ovviamente, e non ho più sentito il bisogno di andarci.

Vi devo dire un paio di cose sul Punto Macrobiotico, giusto per non fare nomi. Dovete sapere che una volta erano dei fanatici, mi ricordo che ti sgridavano se osavi lasciare qualcosa sul piatto, nel ristorante non sentivi volare una mosca, e una volta una mia sciagurata amica ebbe la malaugurata idea non solo di aver lasciato acceso il telefonino, ma pure di rispondere, fu cacciata con male parole.

Se poi uniamo le stravaganze della dieta macrobiotica, tipo il non poter mangiare pomodori o melanzane(!?!) ma il permesso di cucinare il pesce, mi avevano allontanato da questo posto gestito da un tipo un pò fuori e altra gente che poi scoprimmo essere dei volontari che prestavano il loro servizio per la causa.

Insomma vi dicevo, dopo anni ci sono tornato insieme alla Fra, ed ho trovato tutto piacevolmente come prima. Il tipo un pò fuori è ancora lì, i volontari probabilmente ormai avranno aperto un ristorante McDonalds in franchising, e gli avventori sono sempre gente stravagante e un pò fuori di testa. L’ultima volta abbiamo conosciuto questa arzilla vecchietta, Marina mi pare si chiamasse, Vestita tutta elegante e occhiali da sole alla Holly Golightly  che ha monopolizzato la conversazione per tutto il pranzo raccontandoci la sua vita e del perchè viene tutti i giorni pranzo e cena semplicemente perchè non avesse voglia di fare la spesa e cucinare.

Inoltre, nonostante faccia schifo a molti, a me la cucina macrobiotica piace e molto. Inoltre dopo un ora hai già digerito tutto e alla sera mi faccio delle cagate della madonna. Insomma, Macrobioticatevi!

WordPress.

ImageDevo ammettere che quando è morto Splinder, un paio di mesi fa, ero piuttosto contrariato. Lo sapete, sono un conservatore e un nostalgico, e cambiare piattaforma alla mia età non è certo uno scherzo. Ma grazie ad aiuti bolognesi, ho preso posto in questa nuova casa e vi dirò, inizia a piacermi. Mi sto rendendo conto di quanto erano peracottai quelli di prima, e di quanto è fico WordPress. E nonostanti facebook asciugi la mia vena scribacchina e i miei post sono radi quanto i miei capelli, ho notato che le visite sono addirittura aumentate. Inoltre mi fa vedere pure da quali paesi sono venuti a farsi i cazzi miei, con tanto di cartina e bandierine. E scopro ogni giorno che devo avere dei fans in America (Mattia?), Germania (Matteo?), ma anche Inghilterra, Svizzera, Repubblica Ceca, etc.

Ho scoperto anche che il mio post più cliccato è quello con la foto horror dell’ascesso, e che la parola più cercata è Voltfast.

Uno di questi giorni farò un post sulle emorroidi e batterò ogni record di clic.

Aprile dolce dormire.

Image

Lentamente sto entrando  in posseso della casa, e mi sono pure messo messo a cucinare di buona lena. Specialmente dolci, anche se con risultati non sempre felici, ieri invece delle lingue di gatto, mi è venuta una unica linguona di bue.

Purtroppo tra pochi giorni sarò di nuovo in lutto per la morte di un altro dei miei anni, ma cerchiamo di farci forza annegando i dispiaceri nella vodkaredbull.

Intanto la primavera che con tanto anticipo ci avevo alleggerito il cuore e l’armadio, se ne è già andata via, come le foglie appena sbocciate dagli alberi della mia finestra, visto che dei geni botanici hanno deciso di fare uno scempio e potarle con modi talebani.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,355 hits