Archivio per maggio 2009

Image Hosted by ImageShack.us

Dopo la cocente delusione della prima domenica Hana Bi dell’anno,devastata da insulse leggi comunali,la paura era quella di non sentire più quella condensa di alcool-felicità-musica-festa che si sente sotto quella magica tettoia.
Per fortuna invece ieri,approfittando del concerto dei Veils,ci siamo fatti la nostra prima serata Steve McQueen.
E in un attimo mi sono tornate in mente quelle sensazioni,con i vari freak che affollano il dancefloor,la sabbia sotto i piedi e il bicchiere di plastica sempre in mano.
Che poi io The Veils volevo propio vederli,il disco nuovo non lo conosco,ma Nux Vomica l’avevo ascoltato propio tanto l’anno scorso,e per fortuna l’hanno suonato tanto dal vivo.
Il cantante ha un cappello da quacchero che non toglie da due anni,la faccia da bambinetto e due gambe lunghissime e secche tipo trampoli.ha questa voce tra il fastidioso e il tormentato,ma scrive propio belle melodie e si è dovuto sorbire per tutto il concerto un fan che gli cantava in faccia.Il chitarrista è di quelli che ti butta l’arrangiamento giusto al posto giusto al momento giusto,il batterista fa il suo dovere e la bassista è propio un bel vedere,pure da dietro.Che poi mi sono mesos a cantare i Glasvegas insieme alla corista è un altra storia e non ve la racconto.E neanche che per tornare a casa ci siamo spanzati dalle risate inseme al chiocc che smanettava sul balck berry ogni tre secondi,a Gecco che ci faceva ascoltare musica da mezzo altoparlante scassato e da Zagor che tra uno sbuffo e l’altro voleva toccare le tettina di una delle tante donne di mestiere sulla Romea senza riuscirci.

Annunci

Image Hosted by ImageShack.us
Hai voluto la bici,ora pedala.Si dice così,però poi uno non va a pensare che si deve fare 14 ore di fila dentro un teatro a fine maggio per un concorso di chitarristi metallaripertecnicionanistici che finisce alle due del mattino e che io finisco di scaricare il camion alle 5.
Per fortuna che c’era la pasticceria aperta e le goccie di cioccolato perchè a cena nessuno si è degnato di portare un pasto vegetariano in mezzo a carni sanguinolente ed io ero prossimo a svenire.
Ok,ora che mi sono lamentato,ed è diventato il mio sport preferito,posso anche dirvi che domani ci sono The Veils all’Hana Bi (e spero di andarci) e sabato sempre a Marina c’è Dj Minaccia (versione mono perchè io lavoro).

Turisti per caso.

Image Hosted by ImageShack.us
La stagione dei service è partita di brutto ed io mi ritrovo scaraventato nei posti più disparati della provincia. E mentre guido tra i monti facendo pericolosamente foto al magnifico paesaggio, aprofitto del tempo fra la fine di un soundcheck e l’inizio del concerto per visitare da buon turista crucco il paesino in questione. E’ un pò come quando girando l’europa con gli Sprinzi, mi capitava di vedere città sperdute che altrimenti mai nella mia vita avrei mai pensato nemmeno esistessero. Ed ecco allora che capita di percorrere un ponte medioevale a schiena d’asino e contemporaneamente sfruttare la connessione gratuita wi-fi nella piazzetta centrale.
Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

Mi sono lasciato alle spalle due settimane fatte di lavoro gravoso,incontri e perdite fugaci,entusiasmi e delusioni,e mi sono tuffato nel primo week-end estivo dell’anno.Ovviamente abbondantemento annaffiato da alcol,ma non è del mio fegato che vi voglio parlare.Tanto le sue condizioni le sapete.
Fine settimana dicevamo,partito insolitamente per me venerdì con risse e scazzottate in mezzo alla strada e finito a Marina di Ravenna nel primo Hana Bi dell’anno.E che emozione percorrere quel vialetto e bere il primo spritz in infradito e con il sole che mi bacia la fronte.Purtroppo quello che è sempre stato una sicurezza si è rivelato una mezza delusione fatta di astrusi regolamente comunali e un dj set di Trinity a dir poco bislacco.In compenso il sabato è stato monstah come al solito con tanto di afterhour-posto di sblocco scampato per un pelo-e dormita al casello per sfinimento.

Image Hosted by ImageShack.us
So che sarete preoccupati a morte per le mie ripetute assenze dal blog.Ma è stato un periodo molto intenso.Ve lo assicuro.
Sarà stata questa aria di primavera che ha provocato scossoni mentali (e anche ormonali,perchè no).Ma negli ultimi dieci giorni mi sono successe più cose che in tutto l’inverno.E come me anche la mia amica F. che inquieta più che mai ha continuato a prendere aerei alla ricerca della felicità.Se mai esiste.Oddio,non mettiamo dubbi alle certezze,esiste,ma è piuttosto volatile.La bravura sta forse nel farla durare più che nell’afferrarla.
Tutte queste manfrine di filosofia da due soldi per dirvi che sabato scorso ho conosciuto una persona,l’ho persa la sera stessa;convinto di non trovarla mai più,succede l’impossibile e mi trova lei,ci si frequenta una settimana,e qualcosa va storto e la carrozza si trasforma in zucca e tutti casa di nuovo a tirarsi le pippe.
Ma come dicevano Art&Garfunkel e poi ribadito da Mark Kozelek,io sono una roccia.E se qualunque altra persona sarebbe già caduta nell’auto commiserazione più profonda,io forte della mia corazza al titanio,rialzo la testa e torno alla carica.Magari mi becco qualche altra mazzata sulla capoccia,ma vediamo chi cade prima.

Image Hosted by ImageShack.us

Vado sempre meno al cinema,oltretutto fanno pure degli orari del cazzo.Quindi per vedere un cartone in seconda serata ho divuto fare 15Km,andate affanculo.Tra l’altro volevo vedere Gran Torino che lo davano solo alle 21.Rivaffanculo.Ok,la smetto di brontolare anche perchè "Mostri contro Alieni" è molto divertente e ho passato un ora e mezza spassosa.Prima però un altro vaffanculo ai €2,5 che ci spillano in più per la visione in 3D abbstanza inutile:vaffanculo.
Il film è il classico cartone moderno che piace a tutti nell’eterna lotta Dreamworks vd Pixar.Storia banalotta dei soliti alieni che volgono distruggere la terra che vengono immancabilmente sconfitti da mostri tenuti nascosti in un mega cottolengo.Ovviamente questi simpaticissimi e molto freak e assolutamente inoffensivi.C’è un citazionismo spinto che passa dal Blob,a Mars Attack!,a Indipendence Day,al Mostro della laguna Nera che aggiunge divertimento al divertimento.Immagini sempre più belle e definite a volte fanno dimenticare che è un cartone animato,anche se credo che ormai non si posono più chiamare così.Purtroppo un finale aperto ci fa presigire ulteriori capitoli che andranno ad annacquare un bel prodotto.

All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.All work and no play makes Jack a dull boy.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,533 hits