Archivio per marzo 2009

Image Hosted by ImageShack.us
Ormai ci siamo.Esattamente a un anno di distanza dal suo primo disco senza il marchio Smog,il Bill nazionale si prepara a uscire con SOMETIMES I WISH WE WERE AN EAGLE.
La Drag City ne annuncia l’uscita per il 14 aprile quindi se qualcuno cercasse una idea regalo per il mio compleanno è avvertito.
Questa volta la copertina non è orribile come il precedente ma ha un vago sapore western.Come sempre nulla trapela sul resto ma raramente ci ha deluso.
Questa la tracklist:
-Jim Cain
-Eid Ma Clack Shaw
-The Wind and The Dove
-Rococo Zephyr
-Too Many Birds
-My Friend
-All Thoughts Are Prey To Some Beast
-Invocation of Ratiocination
-Faith/Void

E chissà che non ci scappi un altro tour estivo…

Non finirò mai di ringraziare la fogheraccia e la cricca riminese per avermi fatto aprire gli occhi ormai accecati da una nebbia alcolica perenne.Quella sera dove si festeggiava il cambiamento della stagione l’ho presa a pretesto per dare l’ennesima svolta nella mia vita un pò troppo trasandata.
E allora nell’entusiasmo di questo inaspettato periodo salutista mi godo la vita nella sua versione più soft,se vogliano più noiosa ,ma sicuramente più sana.E il mio corpo dopo solo una settimana di astinenza alcolica (quella sessuale è ben più lunga,ma questa è un altra storia)già ne sente i benefici.E ancora di più la mia mente.Diradata la nebbia inizio a vedere un pò più chiaramente ciò che mi circonda,e ora riesco a vedere le persone mi hanno deluso,ma anche le altre di cui sono sempre sicuro della loro presenza.
Tutta questa solfa per dirvi che questo sabato dopo cena mi sono appoggiato un attimo sul letto,e mi sono risvegliato alle 4 di notte.Ho aspettato pazientemente il primo Gran Prix dell’anno,mi sono fatto la solita passeggiata di un ora(stavolta non per smaltire la sbronza)e nel primo pomeriggio insieme a un cricca di desperate housewives mi sono sciolto nelle calde e ribollenti acque delle terme.
Non sono promesse da marinaio,ma questa settimana si ricompra la bici(l’ultima ha avuto una brutta fine bolognese)e si ritorna in piscina,la prova costume si avvicina e non ci si può trovare impreparati,visto che qui si parla di affittare una casa a Marina di Ravenna.
A proposito di Ravenna,ricordo a tutti l’evento IMPERDIBILE dell’anno ovvero il concerto di Micah il 25 al Bronson,visto che mi è sfuggito Antony,questa volta le assenze non saranno giustificate.
Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

Per chi conosce Tizio non c’è bisogno di spiegazioni.Per chi non lo conosce è difficile cercare di spiegarlo in poche righe.E non renderebbe comunque l’idea.Quindi se potete cercate di conoscerlo,quando diventa Bob Corn è facile scovarlo suonare in qualche palco come in un sottoscala,lui non si fa troppi problemi.Oppure lo potete trovare dietro il backstage del vostro gruppo preferito,oppure mentre guida il pulmino.
E quando non viene lui da voi,c’è sempre la possibilità di andarlo a trovare,ad esempio per Musica Nelle Valli oppure per A Minor Place.Oddio,arrivarci non è facile,disperso com’è nel triangolo maledetto Bologna-Ferrara-Padova,dove quando ti guardi intorno vedi solo sconfinati campi coltivati,zucche e nebbia.
Ma quando arriva il sole Tizio vi offre il suo giardino,si monta una batteria,un paio di amplificatori e si inizia a suonare.Paffu cuoce il gnocco fritto e il rosso del vino lo vedi bene impresso nelle gote delle persone e nel loro sorriso.
Allora te ne freghi se hai fatto quasi trecento chilometri,ti sei perso sei volte e arrivi a concerti praticamente finiti.L’importante è ritrovarsi in questa comunità di frikkettoni indie senza tempo.E per nulla stanco decidi pure di tentare la carta Bologna,dove trovi solo frikkettoni,ma quelli coi cani e l’unico rifugio è il MODO infoshop dove servito da un pezzo dei Massimo Volume posso affogare i dispiaceri in uno spritz.

Image Hosted by ImageShack.us Il 18 di Marzo in Romagna c'è la festa della fogheraccia.Si creano enormi falò per festeggiare la fine dell'inverno.Sembra che questo rito derivi dal fatto che arrivando la primavera non ci sia più bisogno della legna per scaldarsi,e allora,per beffarsi della stagione fredda che se ne va, si brucia tutta la legna che il mare ha portato sulla spiaggia.
Non potevo mancare ad una così allegra ricorrenza e tra l'altro queste tradizioni mi hanno sempre colpito pensando alla semplicità della vita di una volta e di come fosse condizionata dal ciclo delle stagioni.E allora appena staccato dal lavoro,senza neanche passare per casa mi fiondo in autostrada e già verso Misano si vedono i primi falò in mezzo ai al buio dei campi,l'atmosfera si fa surreale e nell'aria si respira odore di legno bruciato.Arrivo al casello di Rimini che l'aria si è fatta pesante e una densa coltre di fumo sovrasta ormai tutta la città.
Vedere la spiaggia libera al porto così gremita fa un certo effetto,sono scene che di solito si vedono a fine Luglio,la catasta di legno è altissima e già arde allegramente,la gente si raduna intorno a debita distanza ipnotizzata dalle fiamme,come succede all'uomo dalla notte dei tempi.
Questa aria di cambiamento elettrizzante e il fatto che sono insieme ai miei amici riminesi,sposati,con figli,mutui e lavori e in banca, mi hanno dato un fortissimo impulso di dare una svolta alla mia vita.E speriamo che stavolta non siano solo buone intenzioni.E allora mi riprometto di non bere più come uno stronzo fino a perdere i sensi e la memoria e la dignità.E questo è già un buon inizio,anche perchè già qualcuno me l'ha rimarcato e sono arcistufo di perdere delle occasioni oppure di sentirmi raccontare di cose che ho fatto e non ricordo minimamente.<br>
Per il fatto di andare a vivere da solo invece sto già lavorando,ma qui mi serve l'aiuto del pubblico.E Gerry Scotti non c'entra.

Image Hosted by ImageShack.us

Innanzitutto gran Tafuzzy night,gruppi fichi,gente fica e serata azzeccatissima,alla faccia degli ska-p del grottarossa e dei viaggi a bologna con grandi aspettative all’andata e pessime sensazioni al ritorno.
Avevo paura di questo week-end.Più che altro di rimanerci secco.So che fra non troppi anni maledirò tutti questi strapazzi a questo mio povero corpo.Ma per il momento me ne frego abbastanza.Anche se le doppiette Venerdì/sabato non fanno per me,almeno non più.Il secondo giorno poi non rendo.Oppure potrei pensare di iniziare a smettere di sbronzarmi da schifo,o almeno evitare di diventare uno zombie incapace di intendere e volere,e svegliarmi con la depressione e i complessi di colpa e i rimpianti e il cuore in tachicardia fino a lunedì.
Il fatto è i post sono sempre pieni di buoni propositi,un pò come i pre,e puntualmente questi vanno felicemente a farsi fottere.
Che alla fine quello che abbiamo bisogno è qualcuno con cui confidarsi,una cena in compagnia a parlare di concerti e salami di rape,abbracciare la Fra che torna da London,addormentarsi abbracciati a una persona,non a un cuscino.

Image Hosted by ImageShack.us

Avvertenza:questo è un post pubblicitario.Ma del resto pubblicizzare una serata come la Tafuzzy Night al Velvet,dove su due palchi contemporaneamente suoneranno:Swim,i Camillas,gli X-Mary,Dj Minaccia e tanti altri è un pò come rubare le caramelle ai bambini.Sarà una serata ad alto tasso di Yeah,di Red Bull e soprattutto di alcool.
Quindi non mi soffermerò oltre,non mi lamenterò della pericolosa trasferta bolognese del giorno prima,delle mie precarie condizioni psico-fisiche,e dell’alto rischio infarto che mi aspetta.Tenete pronti i defebrillatori,mi aspetta un week-end da monstah.

Image Hosted by ImageShack.us

Complici le lunghe sere invernali solitarie,mi sono convinto a rimettere le mani sulle ceneri del defunto Roystudio per fare una veloce recording session a domicilio per degli amici.
In due sere ho praticamente montato e smontato mezzo studio e finito le batterie di tre pezzi.Un modo come un altro per tenere la testa impegnata.Ovviamente un secondo dopo aver accettato questo lavoro mi si sono sommate altre cento cose,e così questa settimana scorrerà veloce e piena come un uovo,culminando Sabato con la Tafuzzy Night che mi vedrà impegnato nel Noise Stage in qualità di batterista minaccioso,passando per una cena a Rimini,le prove con Zagor,e una festa pericolosa a Bologna.
Insomma siamo in zona infarto.Vediamo se riesco ad ammazzarmi di Red Bull,io ci provo.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,357 hits