Archivio per dicembre 2009

Decade

neil_young_decade-3rs2257-2-1138162234
Ok,sembra che fra 48 ore finisca l’anno e pure questo decennio, che non chiameremo anni zero per amor propio.
Espletato il capitolo classifiche, non resta che fare un resoconto di cosa è rimasto di questi 12 mesi.
Non è stato un anno horribilus come il precedente bisestile, ma nemmeno esaltante, e temo che quelli esaltanti non torneranno più.

E’ iniziato con indimenticabili trasferte a Bologna alla ricerca della felicità e pericolosi ritorni alla depressione post sbronze, è continuato con trasferte molto più corte ma altrettanto alcoliche a Rimini aspettando l’alba e i diplomatici del Ciuri Ciuri. La fogheraccia mi ha destato dal torpore invernale ma è durato ben poco, per fortuna poi è arrivata l’estate e i concerti: quelli fatti e quelli visti, Micah al Bronson, e i tanti all’Hana bi, volgarmente amputata dalle domenica bestiali.
nel mezzo ci sono state le passeggiate domenicali per smaltire l’alcol e le depressioni, la gita da Tizio per A Minor Place, e un terremoto che ferito la pancia d’Italia. Poi con l’estate il lavoro si è centuplicato e le giornate sono volate vie e ricavare tempo per me è significato rubare ore a morfeo. Custodisco ancora la foto della Pina come un orgoglioso trofeo e quelle della piscina a Ledimar/boulevard dalla Franci come simbolo dell’estate che volgeva al termine in modo dolce.
Poi la pazza crociera a Barcelona che è sempre la mia seconda casa, e la scoperta delle cinque terre come posto dove vivere la mia vecchiaia sereno.
Buon anno.

Annunci

Image Hosted by ImageShack.us
1)BILL CALLAHAN-Sometimes I Wish We Were An Eagle
Si,sono di parte peggio di Santoro.Ma me ne frego perchè Bill va diritto al primo posto,anche se entrambi i dischi solisti non raggiungono le vette che ci aveva abituati con Smog,è comunque un gran disco con dei pezzi della madonna,peccato per la seconda parte non all’altezza della prima.Poi che dire,ha preso la bella abitudine di uscire ogni anno il giorno del mio compleanno,e regalo migliore non potrebbe essere.Molto meno texano del precedente,e con una copertina degna di questo nome.I primi sei pezzi ti lasciano senza fiato,peccato che svacca un pò alla fine,ma finalmente raggiunge i livelli di Smog.
Canzone: Too Many Birds.

Image Hosted by ImageShack.us
2)ANTHONY & THE JOHNSONS-The Crying Light
Qui ci troviamo di fronte a un cesso ambulante che ha una voce che non esisteva prima e che tocca in oro tutto (o quasi ) quello che tocca..Era atteso alla prova del fuoco del terzo disco il quale aveva un sacco di aspettative,accompagnato quasi sempre da pianoforte e contrabbasso il panzerotto cambia un pò rotta,abbassa i volumi e tocca la perfezione in pezzi come Another World e sopratutto One Dove,dove sembra di vedere un elefante in una cristalleria camminare su una fune.Un disco che si ascolterà per anni.
Canzone: One Dove.

Image Hosted by ImageShack.us
3)YEAH,YEAH,YEAHS-It’s Blitz!
Il disco che non ti aspetti.I Newyorkesi dopo due capitoli powertrio punk,gettano le chitarre e i tamburi in favore di synth e drum machine.Incredibilmente il risultato è perfetto e gasa di brutto.Si,è al limite col trash,ma ci piace propio per questo.
Canzone: Zero

Image Hosted by ImageShack.us
4)WILCO-Wilco
E’ un eresia se dico che è il miglior gruppo in circolazione?Cazzo non sbagliano un disco,rimangono su livelli altissimi non inventando niente,ma portando avanti il suono tradizionale americano.Perchè non sono famosi?chissenefrega,il disco è leggermente inferiore ai precedenti ma dentro ha tre perle assolute. C’è pure l’ospitata di Feist,ma ormai hanno raggiunto un equilibrio tale che potrebbe cantare pure Lennon e non sposterebbe troppo il risultato.Nels Cline sempre più importante nell’economia dei pezzi con interventi saggi e geniali allo stesso tempo.
Canzone: I’ll Fight.

Image Hosted by ImageShack.us
5)DIRTY PROJECTORS-Bitte Orca
Incatalogabili.Provate a spiegare a qualcuno la musica di questi quà.Io non ci riesco,ma tanto sono storti tanto ci piacciono e riescono a fare ancora più bello di Rise Above.E’ il risultato che ottieni se chiudi tre musicisti con le palle,e parecchio visionari,e gli dici di suonare quello che gli passa per la testa mentre il pulsante REC è spinto.
Canzone: Temecula Sunrise.

Image Hosted by ImageShack.us
6)BONNIE PRINCE BILLY-Beware
Questo è mestiere.Significa che a sto barbone gli metti una chitarra in mano,due stornelli,e ti sforna un disco coi controcazzi.Più immediato rispetto al precedente,a volte è pure allegro pensa un pò,e negli episodi migliori si fa accompagnare da un violino e da Dee Alexander. Ormai il Will nazionale ha trovato la quadratura del cerchio,e con un pò di mestiere,qualche arrangiamento ruffiano,e un filo di gas ogni anno confeziona un disco che va diritto al cuore e in classifica.
Canzone:You Are Lost.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,533 hits