Archivio per febbraio 2008

Image Hosted by ImageShack.us

Mentre la coda di questo inverno bastardo mi da un altro schiaffo,io tengo botta e vado avanti anche col naso tappato e la testa che sembra scoppiare.
Intanto stasera finite le riprese di DJ Minaccia,un pò buttate sù,ma ci sta,e c’è pure la doppia batteria alla Fugazi.Secondo me viene bene.

Annunci

E’ andato anche questo week-end,e ne scrivo solo oggi perchè mi ci sono voluti un paio di giorni per ripigliarmi.Sabato ho fatto un altro dritto,son tornato a casa alle 10 del mattino,ho camminato per due ore e ho ingollato otto red bull,nuovo record.
Domenica invece c’è stato questo concerto in memoria di Daniela,una amica morta propio l’anno scorso.Inrealtà i concerti erano ben quattro ed erano tutti gruppi amici suoi.Il teatro dela Fortuna a Fano è veramente bello,e l’impianto erasuper cazzuto,un line-array Nexo,purtroppo il fonico ha fatto dei gran casini..tra i gruppi lasciavano alquanto a desiderare,la figura migliore l’han fatto gli unici italiani,gli Yuppi Flu in formazione duo acustico che han suonato veramente bene e han pure fatto Heaven is a Truck dei Pavement.Super voto anche alla pizzeria fuori il teatro che taglia la pizza con le forbici ma è veramente buona.
Questa settimana invece si finiscono le riprese di Dj Minaccia che la settimana prossima arrivano gli Orange lem.

Image Hosted by ImageShack.us

Un anno fà mentro facevo il mio solito sonnellino mi sveglia la Betta al cellulare ed ha la voce strana.Penso che mi chiama per mettersi d’accordo sulla serata invece mi chiede se so qualcosa.Io cado dalle nuvole e allora mi racconta che la Dani è stata trovata esamine a Londra.Non si sa nient’altro e ha addirittura dovuto avvertire lei i genitori.Una settimana dopo tutti ci stringiamo intorno a lei in una chiesa di fano e sono tutti presenti,italiani e inglesi,musicisti e amici.La bara esce insieme ai jesus&marychain.
Domanica c’è questo concerto che serve a ricordarla come piace a noi,altissima,bellissima,contornata di musicisti,e tutta matta.

Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

Di nuovo a casa dopo un bel giretto nel nordest produttivo.Due date con gli Sprinzi come non accadeva da tempo immemore(due anni?boh),come scrivevo qualche post fà,quasi una reunion alla Led Zeppelin.Si parte sempre con la canonica ora di ritardo come ai vecchi tempi con il furgone di Gecco ma non chiamatelo così che si offende.Ovviamente adesso siamo tecnologici e abbiamo pure il navigatore ma misteriosamente non funzionerà mai,tranne al viaggio di ritorno quando siamo oramai a Rimini.Le casse della kangoo fanno decisamente schifo,una non va e l’altra emette solo qualche frequenza dai 10kHz in su,quindi si tiene spenta e si parla di cazzate,si rutta(tanto),si dorme(abbastanza) e in qualche modo ri raggiunge casa di Matteo a Milano.Scopriamo che pure il suo compleanno e difatti Christiane ha fatto pure una bella torta teutonica.Nell’appartamento di fianco ci vive Ale che ha cambiato tutti i flatmates,non c’è più nemmeno Davive Toffolo,in compenso ci sono una ragazza super-ordinata e Tommaso dei Dummo.Quindi si parte per il leoncavallo,questa entità astratta di cui si è letto di tutto.Si scopre che è abbastanza centrale e coperto di graffiti ai quali Sgarbi tiene più che a sua mamma anche se sono pure bruttini.Dentro è il solito centro sociale:freddo,fumo,cibi vegani,mecca cole,birre alla maria,graffiti e manifesti di concerti.Noi suoniamo nei sotterranei chiamati dauntaun,insieme ad altre tre gruppi di cui 2 cattiveriametal.La serata infatti era Morte vs. Amore.Noi ovviamente eravamo dalla parte dell’amore.Come Cicciolina.Al piano superiore invece c’era un mega spazio dove suonavano gli Offlaga,ma l’acustica era pessima e non si capivano le parole,quindi mi sono visto solo un paio di pezzi.
Il mattino dopo ci scegliamo sopra il parquet di Ale che ci porta pure a fare un giretto a Milano dove stranamente non c’è traffico e si fa il classico tour:La Scala,La Galleria,Piazza Duomo,Il Duomo,Un matto che si da pugni in testa,Montenapoleone,Peck,Bosco di Gioia(ex!) poi si finisce da un kebabbaro che per ovvi motivi boicotto a favore di una pizzeria dall’altra parte della strada.
Poi di nuovo tutti in macchina per Ponti sul Mincio che poi si scopre essere a due passi dal lago di Garda.Difatti i palazzoni cedono il passo alle villette monofamiliari e la natura prende la rivincita sul cemento.Arriviamo nel paesino che è propio piccolo e ci accoglie una scritta del ventennio su una casa con scritto: VINCEREMO (!)
Veloce soundcheck poi si va a prendere Gianni in stazione e super tavolata con pasta pomodoro e olive e una bel erbazzone.Stasera apriamo noi e va tutto bene tranne nell’ultimo pezzo dove mi vola via il battente del pedale.Poi suonano i Supergonzo per circa un quarto d’ora minuti di passamontagna e poi gli Altro che fanno un bel concerto con Ale che fa spaccate che neanche la Cuccarini ai tempi d’oro e Gianni che si taglia la mano suonando il basso,tutto molto punk.
Dormiamo nelle mansarda di un granaio riconvertito a deliziosa casetta in legno e sulla strada del ritorno ci fermiamo in una trattoria senza tempo sulla statale di Mantova.Ci accoglie il Padrone-cameriere impeccabile che da solo vale il prezzo del pranzo per la gentilezza e l’eloquio con cui accompagna ogni piatto.
Image Hosted by ImageShack.us

Ok,oggi e domani si vuona,quindi se siete a Milano e Mantova(e dintorni) e vi volete beccare gli Sprinzi e gli Altro venite quà:

Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

Stasera scriviamo di un disco molto controverso:Pinkerton dei Weezer.
Uscito nel 1996 fu il secondo disco ufficiale,dopo il primo,fortunatissimo “Blue Album”.E propio a causa delle grandi aspettative commerciali che questo album aveva,incontrò giudizi negativi sia di critica che di Vendite.Almeno all’inizio perchè poi nel tempo è stato rivalutato.A me ovviamente era piaciuto subito dall’inizio,anche se non aveva i supersingoloni alla “Buddy Hooly”.Ma la produzione era fantastica e i suoni meravigliosi come pochi ne ho sentiti.La batteria soprattutto era enorme,ma suonava vera, sembrava un enorme kit di Ludwig suonato nella tua stanza.Poi andando a leggere i crediti si spiegano un pò di cose,alla produzione c’era Joe Barresi(che nello stesso anno firmà quel capolavoro di Stagg dei Melvins)più Dave Friedmann(produttore dei Flaming Lips) e Adam Kaspar(Soundgarden e Pearl Jam tanto per fare qualche nome).Evidentemente grazie al Blue Album avevano un sacco di bei dollaroni da buttare via per questo disco!
Come si diceva l’album spiazzò i fan e la critica per le canzoni,i suoni e anche dalla copertina,un oscuro dipinto giapponese che mostar un paesaggio innevato di notte,in contrasto coi “colori californiani” del disco precedente.La prima traccia è “Tired of Sex” e il sesso viene fuori diverse volte nei testi fino ad arrivare a “Pink Triangle” dove Rivers Cuomo parla di una tipa che alla fine si scopre lesbica e lui ovviamente va in bianco.Ho un ricordo vago del video del primo singolo “El Scorcho” perchè Mtv lo passava pochissimo e a ore impossibili.
Per assurdo i dischi seguenti sono molto più brutti,ma hanno avuto più successo anche se il gruppo ha avuto diversi cambi di formazione,però questo è sicuramente un disco da avere.

Viaggio al centro della terra.

Image Hosted by ImageShack.us

Adesso che è passato ne posso anche parlare,anche se fino ad adesso avevo tenuto il più stretto riserbo. Del resto mia mamma porella manco lo sapeva e neanche glielo dirò, ma tantè, che cazzo di blog è se non serve per scrivere dei cazzi tuoi?
Insomma la sostanza è che a furia di fare sbronze selvagge avevo paura che mi fossero venute le emorroidi, quindi il mio medico di base mi aveva spedito a fare un esame endologico, che  ho dovuto aspettare quasi tre mesi grazie allo schifo della sanità italiana.
Insomma, mi han fatto stare a digiuno, e già sta cosa mi fa propio girare le palle, e poi alle 2 del pomeriggio (cristo propio quando faccio il mio sonnellino!) mi presento all’ospedale che sembra una giungla e ogni volta ti viene il magone quando varchi quella soglia. Oh,lo volete capire di farli un pò più allegri sti posti? Poi mi fanno fare un paio di giri per scartoffie e burocrazie assortite, infine dopo aver aspettato in una sala d’attesa che sembrava un cinema,  con le sedie tutte verso la stessa direzione (però molto più scomode dell’altra sera) mi fanno entrare nella sala operatoria anche se non era operatoria ma faceva brutto lo stesso.Dopo avermi fatto firmare non so cosa,mi fanno sdraiare sul lettino, mi dicono di abbassare tutto sotto il ginocchio, e mi coprono con un telo verde. Questo lato l’ho apprrezzato molto per il rispetto e la dignità del paziente, e non scherzo.

Poi accendono un coso che in cima aveva una luce potentissima e inizia a fare un rumore sospetto. Mi mettono qualcosa di freddo e scivoloso dietro e poi Zac, mi infilano sta luce aliena propio lì. La cosa assurda è che io riuscivo a vedere quello che questa sonda riprendeva sullo schermo e quindi per la prima volta in vita mia (spero anche l’ultima) mi sono visto dall’interno! Non che sia stata una vista molto gradevole, ma non capita certo tutti i giorni. Ah, per completare la tortura,  mi sparano pure del liquido dentro e contemporaneamente un’altra macchina risucchiava: praticamente nel mio intestino c’era un tifone, e non capivo se volevo scoreggiare o chissà cosa.
Per fortuna è durata poco e mi hanno fatto rivestire. E per fortuna il medico di turno che aveva cercato di tranquillizzarmi facendo domande del cazzo per sdrammatizzare, mi ha detto che era tutto ok e subito dopo ho pensato ai miei vodka&redbull che mi svolazzavano intorno allegramente.


Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,637 hits