Archivio per aprile 2016

Micah.

12993637_10154033550435690_3047754751406755958_n

Non so quante volte ormai visto Micah P. Hinson in concerto. Almeno cinque, e sempre a Ravenna e dintorni.

Dal 2006 quando sentii per la prima volta quel disco magico con una donna senza testa in copertina, me ne innamorai perdutamente, ed ogni volta che ritorna dalle nostre parti è d’obbligo andarlo a sentire. Da solo, col gruppo, con la moglie, col rodie che suona il banjo. L’ho visto e sentito un po in tutte le salse. Ma ogni volta è diverso.

Passata la sensazione di straniamento iniziale, ed accettato il suo modo di distruggere le sue stesse canzoni, ogni volta è un viaggio dentro le sue melodie e i suoi fantasmi.

Il fisico è sempre quello mingherlino, le orecchie a sventola, i capelli leccati all’indietro, la sigaretta col bocchino, e adesso anche il bastone dopo l’incidente in Spagna. Non ci sono dischi in uscita, quindi pesca a caso nella sua mente offuscata mente sorseggia succo d’ananas e lotta contro accordature impossibili imprecando a denti stretti.

Per fortuna il Bronson non è ancora un forno e ci sono comodo sedie per la mia malandata schiena. I bicchieri di vino prima del concerto mi fanno stare con la mente leggera nonostante il fantasma di Tom Joad continui ad aleggiare per le strade di Ravenna, forse non me ne libererò mai.

Annunci

Archivi

Flickr Photos

Blog Stats

  • 14,533 hits